venerdì 8 ottobre 2010

Uno zuccotto per ogni occasione...




Dolce di tradizione toscana, lo zuccotto pare che debba i suoi natali ad un invenzione di Caterina de Medici. Con la caratteristica forma a cupola, fatto nell’appositostampino per zuccotti è un dolce semi-freddo, a base di pan di spagna liquore e gelato. 


La mia ricetta non prevede il pan di spagna ne il liquore ne un vero e proprio gelato...
Per fare il rivestimento esterno dello zuccotto utilizzo i pavesini inzuppati nel caffè amaro.


Per il "gelato" interno uso:
175g Zucchero
175ml Latte
3 Uova
500ml Panna


Inizio la preparazione col dividere i tuorli dagli albumi che monto a neve ben ferma con un pizzico di sale. Dopo d che lavoro i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto schiumoso, aggiungo il latte e gli albumi poco alla volta mescolando con cura per non smontare il tutto. A parte monto per bene la panna che poi unisco al composto precedentemente preparato. 
NB la panna posso anche montarla prima.
A questo punto dividiamo il composto in tante parti quanti sono i gusti che vogliamo avere. Io lo divido in due parti o meglio in 2/3  aggiungo un cucchiaio stracolmo di nutella e qualche cucchiaino di cacao amaro e per dare un'aroma particolare aggiungo anche una fialetta di rum. Nell'altro terzo aggiungo una fiala di aroma a vaniglia con gocce di cioccolato, una stracciatella alla vaniglia. 
Per assemblare il tutto fodero lo stampo con la pellicola trasparente. Bagno leggermente i pavesini nel caffè e li appoggio alla parete dello stampo facendoli aderire, comincio col versare parte del composto più abbondante, sbriciolo qualche pavesino per fare contrasto, verso sopra l'altro composto, sbriciolo altri pavesini, completo il composto rimasto e chiudo con un ultimo strato di pavesini. chiudere con la pellicola e mettere nel freezer per almeno 5 ore.
Una volta sformato spolverizzarlo col cacao e servire. 




E' adatto per ogni occasione perché con un foro al centro e delle uova di cioccolata si può mangiare a Pasqua, oppure con un alberello di natale sulla cima anche a Dicembre è un ottimo fine pasto...











1 commento:

Alfredo ha detto...

Ciao amore,
voglio essere il primo a scrivere qualcosa sul tuo nuovo blog e proprio qui, sotto il "capo" dei dolci :D ! Voglio augurarti tanta fortuna e successo, perché te li meriti...Voglio augurarti di non perdere mai l'entusiasmo e la caparbietà che ci metti in tutte le cose che fai, perché questi sono gli ingredienti segreti di tutti i tuoi piccoli capolavori! Sei meravigliosa così come sei...
Alla più "dolce": Ti amo!

Alfredo

Non hai trovato niente di interessante? Prova a vedere tra i post precedenti cliccando su "Post più Vecchi"!